IF Articoli

Analisi del carico energetico di un sistema di trasporto pubblico ibrido a fune ad automazione integrale: simulazione con impianto fotovoltaico ed accumulo

Sommario - Ricordando che i vantaggi del trasporto su fune sono essenzialmente riconducibili a minore dispendio energetico specifico rispetto a quelli con trazione a bordo e a superare ostacoli naturali quali fiumi o colline, a sorvolare aree urbanizzate, grazie alla snella infrastruttura di cui necessitano ed alla possibilità di avere una distanza tra sostegni nell’ordine di 100-200 m, si è voluto investigare nello specifico il carico energetico effettivo di un tal sistema in una soluzione di tipo ibrido. L’analisi di simulazione energetica e il modello analitico adottati hanno dimostrato come sia possibile, tramite l’installazione di un impianto fotovoltaico che sfrutti unicamente le superfici dell’infrastruttura, dei veicoli e delle stazioni del sistema di trasporto a fune analizzato (Cable-Smart), ridurre l’impatto energetico e l’energia prelevata dalla rete elettrica fino a più del 50% in un caso studio.
Ciò porta un people mover urbano a fune di tipo ibrido, che già a livello di carico energetico appare più efficiente rispetto ai sistemi tradizionali di mobilità urbana, ad essere energeticamente meno impattante sulla rete elettrica, con un conseguente ulteriore risparmio in termini di emissioni di sostanze inquinanti e di CO2.

  • Dicembre
2019
Num. 12
Pag. 963